EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

abbadessa e proietti mancini

Sabato 25 giugno: Emanuela Abbadessa e Marco Proietti Mancini a Fieramente Il Libro

Emanuela Abbadessa presenta Capo Scirocco

Un amore impossibile, una Sicilia voluttuosa e nobile e il demone della musica che possiede i corpi. Un romanzo di grandi passioni che ha la forza di un classico. Luigi è poco più di un bambino quando, portando con sé solo pochi
stracci e il dono di un’incredibile voce da tenore, si imbarca per la Sicilia in cerca di fortuna. All’attracco, mentre la folla lo spinge sulla passerella della nave, vede per la prima volta “la grande goccia nera che emette suoni”: è un pianoforte a coda e l’istinto gli suggerisce di seguirlo. Su un carro, nascosto tra le gambe dello strumento, raggiunge Capo Scirocco, i suoi eleganti palazzi e il grande teatro barocco. Dopo una notte passata all’addiaccio è affamato e senza forze, e così lo trova Rita Agnello, ricca vedova, donna di carattere e di rara bellezza, che decide di accoglierlo in casa. Passano i mesi, Luigi impara la vita del nobile accanto a donna Rita: frequenta i salotti della città, assapora il vento caldo che le dà il nome e che si dice faccia impazzire le donne. Anche Rita pare diversa ora, più vitale e aggraziata. Un giorno, però, Luigi scopre che il pianoforte scorto al suo arrivo appartiene ad Anna, la giovane figlia di un mercante di agrumi. Ogni sera la ascolta dalla strada, sogna di diventare cantante lirico e si sente già cresciuto, quasi uomo. Ma quando soffia lo scirocco due donne nella mente di un ragazzo sono troppe.

Emanuela Abbadessa

Nata a Catania, dove ha insegnato Storia della musica. Attualmente lavora come addetto stampa dell’Orchestra Sinfonica di Savona. Collabora con “la Repubblica”. Capo Scirocco è il suo primo romanzo, pubblicato da Rizzoli.


Marco Proietti Mancini presenta Da Parte di Padre

Le origini di una famiglia di Subiaco danno vita a uno straordinario racconto che partendo dal portone di un silenzioso convento nel lontano 1752 e da un trovatello forse di nobili natali, fa un balzo per at¬traversare tanti anni della storia italiana, fino ad arrivare al momento in cui un evento catastrofico crea l’incanto per cui una morte si col¬lega idealmente con una nuova vita. Siamo in quella prima metà del Novecento così densa di eventi e grandi cambiamenti sociali, ma in fondo così immobile in un paese di provincia. L’autore, con il desiderio di farci conoscere intimamente ogni suo personaggio, ci accompagna nelle loro case, nelle loro vite di contadini, di donne, di minatori, in un susseguirsi di descrizioni che danno forma, attraverso parole che per magia diventano immagini, ai racconti trasmessi di padre in figlio. Benedetto, e poi Benedetto, e poi ancora Benedetto un’altra volta…, di generazione in genera¬zione, una storia che ci coinvolge e ci prende pagina dopo pagina, così intrisa di quel vivere comune, di quella semplice e schietta con¬cretezza di gesti e spontanei sentimenti da farsi poesia del reale, seguendo insieme il percorso di crescita nell’età e nella coscienza di un ragazzo di paese nella scoperta della vita e di Roma, con tutte le sue seduzioni, le sue contraddizioni, la sua storia.

Marco Proietti Mancini

Marco Proietti Mancini, romano del 1961. Nel 2009 ha pubblicato il suo primo romanzo “Da parte di Padre”, ripubblicato in eBook a ottobre 2013 da “Edizioni della Sera”.
Nel 2012 è uscita la raccolta di racconti “Roma per sempre” (EdS) e a ottobre 2012 il libro fotografico “Roma, Caput mundi?”, pubblicato per beneficienza, di cui ha curato i testi. A novembre 2012 è uscita l’antologia “Cronache della fine del mondo” (Historica) al cui interno è presente il racconto “Ogni venerdì”.
Nel gennaio 2013 nuova edizione di “Roma per sempre” con inediti aggiunti. Nel marzo 2013 con il racconto “Ciao mamma” ha partecipato all’antologia “NESSUNA PIU'” pubblicata da Elliot Edizioni – i proventi delle vendite del libro sono stati destinati al Telefono Rosa. Ancora a marzo 2013 è uscito il suo secondo romanzo – “Gli anni belli” (EdS) e nello stesso anno ha partecipato all’antologia “99 rimostranze a Dio” (Ottolibri) – progetto di finanziamento collettivo per la traduzione e pubblicazione nel 2014 di due diversi libri.
Nel settembre 2014 è uscito il suo terzo romanzo “Oltre gli occhi” (Giubilei Regnani), a dicembre 2014 la raccolta di tre racconti lunghi “Storiacce Romane” (Historica) che contiene il suo “Mi chiamo Antilope”.
A settembre 2015 è stato pubblicato “Il coraggio delle madri” (EdS) che completa il ciclo iniziato con “Da parte di Padre” e “Gli anni belli”. In contemporanea è stato ripubblicato in edizione cartacea “Da parte di Padre”.

Lascia un Commento