EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Comitato subiaco città del libro - Fieramente il libro - Rocca abbaziale di subiaco

Il 15 Gennaio 2014 stabilisce ufficialmente la data in cui si è costituito il Comitato “Subiaco Città del Libro”, ma come tutti i parti che indicano esclusivamente il momento in cui la vita viene alla luce, così anche questo organismo, prima della sua nascita, ha avuto un concepimento risalente al settembre 2012 e una gestazione che si è protratta non senza difficoltà per 16 lunghi mesi.

Tutto ha avuto inizio da conversazioni e confronti di alcuni amici che in modo colloquiale cominciarono a sentirsi sollecitati dal desiderio di migliorare il proprio territorio, di incrementarne lo sviluppo a partire proprio da ciò che poteva permettere di renderlo unico e caratteristico: il primato della Stampa!

Le idee e le proposte che si misero in campo avevano inizialmente contorni vaghi e confusi, a dire il vero molto simili al nebbioso paesaggio autunnale di quel settembre 2012 ma già si intravedevano gli sviluppi positivi che qualsiasi tipo di iniziativa avrebbe generato nella nostra Subiaco e i processi virtuosi grazie ai quali Cultura e Turismo sarebbero tornati ad occupare un ruolo centrale per l’economia dell’intera vallata.

Nei mesi successivi, le idee hanno via via preso corpo definendosi concretamente in un progetto che dietro all’identità di un nome, Fieramente il libro, prevedeva l’organizzazione di una Fiera della piccola e media editoria e di un Premio Letterario.

Il piccolo gruppo di pionieri, temerari e alquanto spregiudicati, era disposto così a rischiare e a investire tempo e competenze per vedere realizzato, prima che un progetto, un ambizioso sogno.

Oggi “Fieramente il Libro” rappresenta una realtà radicata, un appuntamento irrinunciabile, in grado di coniugare le esigenze di tutti coloro che intravedono nella difesa della cultura e dell’informazione lo strumento privilegiato di riscatto personale e di autodeterminazione.

Il 2015, anno in cui si celebra il 550° anniversario del primo libro stampato, sarà denso di appuntamenti, eventi, manifestazioni.

All’interno di questo nutrito calendario, ovviamente, ci sarà anche “Fieramente il libro”, presente con la sua III edizione nei giorni 27 e 28 Giugno 2015 e questo riempie di orgoglio tutti i membri del Comitato, il cui nucleo originario è rimasto pressoché intatto e che si è arricchito strada facendo di nuovi elementi ed energie.

Ognuno di loro, però, indistintamente, rievocando il peso del piombo dei primi caratteri mobili e dell’intera macchina da stampa, sa di offrire il proprio contributo nel ricordare metaforicamente il peso delle parole: solo nella misura in cui l’umanità sarà in grado di riappropriarsene, infatti, si riuscirà a farne un uso oculato, pacifico e costruttivo, riconducendole alla loro funzione più nobile, quella di strumento straordinario di comunicazione attraverso il quale le distanze possono essere finalmente annullate.