EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il-Basco-Rosso-di-Alessandra-DAndrea-Fieramente-Il-Libro-2013

Il basco rosso di Alessandra D’Andrea

Il Basco Rosso di Alessandra D'Andrea - Fieramente Il Libro 2013La storia, la vita e emozioni degli uomini del Tenente Angelo Zizzi raccontate da Alessandra D’Andrea saranno presenti a Fieramente Il Libro, con la stessa autrice che presenterà personalmente il suo libro-diario, il 16 giugno alle ore 11 presso una delle sale storiche della Rocca Abbaziale di Subiaco.

“Se fossi più giovane sarei un carabiniere, se fossi un uomo sarei un cacciatore”. Basterebbe questa frase per delineare il profilo di Alessandra D’Andrea, autrice del libro “Il Basco Rosso”.
Un sogno e un’indole caratteriale forte e determinata sono alcune delle motivazioni che hanno spinto l’autrice a seguire le orme fangose degli uomini dello squadrone elitrasportato dei Cacciatori di Calabria, con l’unico scopo di raccontarne le gesta.

Un reparto speciale, per anni avvolto nel segreto di stato per proteggerne i membri e le proprie famiglie, oggi si racconta con la penna di Alessandra D’Andrea che, con dovizia di particolari, concede all’opinione pubblica di conoscere un elemento non trascurabile della sicurezza pubblica nazionale.

Cosa traspare tuttavia tra le righe del libro, parlando di sicurezza pubblica? Ciò che l’autrice vuole mettere in risalto è sicuramente l’aspetto umano dei “carabinieri americani”, così chiamati per le loro tattiche ed equipaggiamento. Il loro essere padri, mariti, figli; la loro passione verso la giustizia, la componente motivazionale che li spinge a non essere semplici militari, ma cacciatori.

Il libro possiede la struttura di un diario e racchiude in ogni capitolo l’esperienza, spesso agghiacciante, di un “Falco d’Aspromonte”, altro soprannome del reparto. Coperti da nome in codice, i falchi mettono a nudo sentimenti, impressioni, sensazioni o, semplicemente, tutte le emozioni che sono costretti a disciplinare per compiere al meglio un lavoro che non sempre ne concede l’espressione.

Una scrittrice a tempo perso, così si definisce Alessandra D’Andrea, eppure il nuovo incarico conferitole dall’Arma dei Carabinieri parla chiaro: scrivere il secondo volume de “Il Basco Rosso” questa volta sulle orme dei Cacciatori di Sardegna reparto gemello dei Cacciatori di Calabria.

Parte dei proventi dell’Autrice sarà devoluta all’ONAOMAC (Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri).