EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Carlo Scognamiglio presenta Storia e Libertà. Quattro passi con Hegel e Tolstoj

Carlo Scognamiglio presenta “Storia e Libertà. Quattro passi con Hegel e Tolstoj”

L’ultima opera di scognamiglio, edita da pensa multimedia

Domenica 29 giugno, ore 11.00, Fieramente Il Libro 2014 – Rocca Abbaziale di Subiaco

Carlo Scognamiglio argomenta su storia e libertà nella sua opera “Storia e Libertà. Quattro passi con Hegel e Tolstoj”, in presentazione a Fieramente Il Libro 2014.

L’opera tratta della storia come sintesi di vita e pensiero, non come una concatenazione di accadimenti reali, né la descrizione riflessa degli stessi. È al tempo stesso vita del pensiero e pensiero della vita. Il lavoro dello storico e quello del filosofo a tratti si confondono, come due lottatori che si abbracciano per trovare il modo di respingersi.

Problematizzare la storia significa predisporre l’essenza dello spirito all’analisi critica, e al tempo stesso volgere lo sguardo verso la possibilità della libertà personale. Se l’uomo ha un potere decisionale nell’intreccio degli eventi, allora egli è libero come singolo, ma ammettendo ciò si costituisce una rappresentazione della storia falsificata. Occorre quindi negare la storia affinchè si possa postulare la libertà. Viceversa, se il motore della storia non si posiziona nell’intenzione individuale, è quasi impossibile ogni ipotesi di spiegazione storiografica, ma anzi si deve negare la concepibilità stessa del libero arbitrio.

“La presenza della questione, anche se non espressa, del libero arbitrio dell’uomo si fa sentire a ogni passo della storia”. (L. Tolstoj)

Carlo Scognamiglio ha insegnato Ermeneutica della storia presso l’Università “La Sapienza” di Roma, ed è attualmente docente di Filosofia e Scienze umane nella scuola secondaria superiore. È fondatore e membro del consiglio direttivo della “Nicolai Hartmann Society”, e tra il il 2007 e il 2010 si è occupato della “Fondazione Giovanni Gentile”. È curatore del blog filosofico esc@rgot